Estintori       

La normativa principale di riferimento per la manutenzione degli estintori è la UNI 9994-1:2013.

Secondo tale norma la manutenzione degli estintori secondo la norma UNI EN 99994-1:2013 viene effettuata in  5 fasi:

  • Controllo iniziale: consiste in verifiche ed accertamenti di presa in carico effettuato dalla ditta di manutenzione. Questo controllo viene eseguito contemporaneamente alla fase di controllo periodico.
  • Sorveglianza: è un controllo visivo per verificare lo stato dell'estintore. Questa operazione può essere effettuata dal personale presente nelle aree protette dopo aver ricevuto adeguata istruzione.
  • Controllo periodico: è un controllo  sull'efficienza dell'estintore con frequenza almeno semestrale. Deve essere effettuato dalla ditta di manutenzione.
  • Revisione programmata e Collaudo: devono avvenire con frequenze diverse a seconda della tipologia dell'estintore. Il Collaudo comporta la Revisione dell'estintore.

Idranti

Le normative di riferimento per il servizio di manutenzione per gli idranti sono la UNI10779 ed UNI EN 671/3

Come per gli estintori, ci sono alcune operazioni che possono essere eseguite dall'utente ed altre che devono essere effettuate dalla ditta specializzata:Elenco

  • Sorveglianza: consiste in un'operazione di verifica delle apparecchiature quanto ad integrità, completezza dell'equipaggiamento e possibilità di accesso. Questo tipo di verifica può essere effettuata dall'utente con cadenza semestrale ed inserita tra le due visite di manutenzione periodica.
  • Manutenzione Periodica: deve essere effettuata dalla ditta specializzata con personale qualificato e competente, con frequenza semestrale in conformità alla normativa UNI-EN 671-3.

Oltre alle operazioni di verifica da effettuare semestralmente, ci sono alcune prove che devono essere eseguite con cadenza annuale e quinquennale.